Caritas

CaritasCaritas Vicariato di Thiene

collegamento e informazione tra le Parrocchie

-  Novembre 2014  –

Desideriamo portarvi a conoscenza delle attività della Caritas, finanziate con il vostro contributo nell’anno 2014.  In quest’anno le 17 Parrocchie del Vicariato hanno messo a disposizione della Caritas Vicariale la somma di €15.850,20 che ci ha permesso di realizzare quanto qui esposto. Teniamo conto che molte Parrocchie hanno anche iniziative con la propria Caritas parrocchiale, per cui il totale destinato alla Carità nel Vicariato arriverà nel 2014 a quasi 100.000. un grazie per la grande generosità.

“Il Centro di Ascolto”

Ha lo scopo di raccogliere le segnalazioni delle necessità e dei bisogni, con particolare attenzione alla nuove forme di povertà.

Si rende interprete delle istanze dei poveri, presso la comunità civile di riferimento e gli organi competenti. Si attiva per individuare progetti e risposte mirate.

Sollecita la costituzione di reti di solidarietà, in collegamento con realtà sociali, coinvolgendo le comunità ecclesiali di appartenenza.

Opera un ascolto personalizzato e successivo orientamento, con eventuale presa in carico delle persone/famiglie in difficoltà tramite una serie di interventi, rivolti a risolvere particolari, momentanei o permanenti situazioni di bisogno.

Il volontario Caritas, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza. Egli opera in modo libero e gratuito.

Le comunità ecclesiali promuovono il volontariato Caritas, perché attraverso di esso, si sviluppa una contagiosa e diffusa educazione alla carità che passa  anche attraverso esperienze concrete come: raccolta, selezione e distribuzione vestiario, magazzino alimenti e pacchi viveri, colloqui e visite a domicilio: dare una mano agli altri, colora la vita !

I principali bisogni che pervengono ai Centri di Ascolto Caritas, dalle famiglie vessate dalla crisi economica, sono principalmente:

– il pagamento di utenze come acqua, gas, luce, di affitti per l’abitazione, spese per il trasporto ai luoghi di lavoro, ticket per esami sanitari, per medicine (soprattutto per i bambini),

– la spesa per l’acquisto di beni primari e di servizi essenziali

– pagamento rette per le scuole materne, buoni pasto, libri e materiale didattico per le scuole, ecc.).

Sarebbe auspicabile anche per le poche Parrocchie che ancora non hanno un Gruppo Caritas parrocchiale che potessero realizzarlo.

 

La Caritas Vicariale, si articola in due centri di Ascolto, rispettivamente:

a Thiene, in Via S. Francesco 2, aperto il mercoledì pomeriggio dalle 16 alle 18

e in via sperimentale da novembre 2014, anche il giovedì mattina, h.  9,30 – 11,30.

a Zugliano, presso il centro parrocchiale, aperto il lunedì pomeriggio h. 16 – 17,30

 

Altre forme di intervento sono:

– lo sportello di aiuto al lavoro per l’avvio di progetti lavorativi per disoccupati, finanziati

da Caritas Diocesana;

– lo sportello Avvocati di strada per consulenze e assistenze legali gratuite

– lo sportello aiuto per medicinali, aperto tutti i giorni, solo al mattino.

– la distribuzione borse alimentari  ogni settimana, per tutto il Vicariato presso la Parrocchia di San Sebastiano e presso altri centri: il Convento Frati Cappuccini, presso le parrocchie di Duomo, Conca, San Vincenzo e Lugo.

Non è riconducibile a Caritas ma è giusto ricordare che nello “Spirito  di Carità Francescana”, il convento dei Frati Cappuccini, gestisce quotidianamente e da sempre, una mensa per i poveri, frequentata mediamente da 15 e anche 30 utenti ogni giorno.

Borse alimentari:

– ne vengono distribuite circa 250 al mese al Convento dei Cappuccini  con le quali  ne beneficiano attraverso le famiglie circa 900 persone;

– ne vengono distribuite circa 280 al mese presso la Parrocchia di San Sebastiano con le quali ne beneficiano attraverso le famiglie, circa 1000 persone.

 

Fondo Solidarietà Lavoro:

– nel 2014 ci sono stati 12 progetti per complessivi 30.000 euro con una media di intervento di 2.500 euro per disoccupato; momentaneamente è sospeso perché ha terminato i fondi a disposizione.

 

 

Possiamo sostenere l’opera della Caritas nei seguenti modi:

 

  • Adotta un fratello: un impegno al versamento di un contributo di € 10 ogni mese da portare alla propria Caritas parrocchiale per sostenere una famiglia in difficoltà;
  • Offro il mio tempo: un’ora al mese per affiancarsi ai volontari Caritas al servizio di chi ha più bisogno.
  • Una offerta sul conto della Caritas con bonifico a:

CARITAS VICARIALE, Banca Popolare di Verona,

IT05C0503460790000000000371